Reinstallare Grub

Da FOL Wiki.
Di: AlbertoChiusole

Introduzione

GRUB (GRand Unified Bootloader) è un boot loader usato da molte distribuzioni Linux, tra cui Fedora. Lo scopo di un boot loader è caricare il kernel di un sistema operativo e permetterne l'avvio. Dalla versione 15 di fedora si è passati alla versione 1.99 di grub, gergalmente definita Grub2; per questo motivo chi volesse reinstallare Grub per fedora 15 o superiore dovrà attenersi alla seconda parte di questa guida.

Ricavare le informazioni necessarie

Prima di procedere alla reinstallazione vera e propria di Grub bisognerà accedere da una live o da un DVD per recuperare le informazioni necessarie ai passaggi seguenti. Una volta avuto accesso ad un terminale con permessi root, si cerca la partizione sulla quale reinstallare Grub con:

# fdisk -l

e bisogna riconoscere il device in cui sovrascrivere il MBR (Master Boot Record). In questo caso si possono utilizzare anche tool grafici, come può essere GParted, per trovare la partizione esatta.

Grub Legacy

In questa parte della guida si andrà a resettare Grub, versione Legacy, per Fedora 14 o precedenti.

Procurarsi il DVD di Fedora e impostare dal bios (se già non è settato) il boot dal lettore DVD.
Alla prima opportunità di scelta, premere il tasto "F5" ed al successivo prompt digitare:

# linux rescue

seguito dal tasto enter. A questo punto digitare:

# chroot /mnt/sysimage  

e premere enter.

Dare quindi un'occhiata al contenuto del file device.map:

# cat /boot/grub/device.map 

Verificare siano presenti i dischi necessari e annotare la loro posizione. Nel caso ne manchi uno, lo si aggiunge con un editor di testo.
A questo punto digitare:

# grub-install /dev/hda

e premere nuovamente enter.
Scegliendo hda Grub andrà a installarsi nel MBR del primo disco ata, in caso di differenti esigenze, specificare il device appropriato.
Digitare quindi:

# exit

e riavviare il sistema, togliendo ovviamente il DVD dal drive.


Grub2

All'avvio scegliere "Troubleshootings"
Scegliere poi "Rescue a fedora system"

Questa parte della guida invece è riservata ai possessori di Fedora 15 o superiori, in quanto Grub è aggiornato alla versione 1.99, che ha apportato cambiamenti radicali.

Una volta trovata la partizione esatta su cui andare a reinstallare Grub2, inserire il DVD di fedora nel drive, selezionarne l'avvio dal bios e recarsi nella sezione Troubleshootings dal menù di avvio, e poi Rescue a Fedora system, come mostrato dalle due immagini a lato.
Dopo aver scelto la lingua di sistema e della tastiera il menù contestuale cercherà eventuali sistemi fedora già presenti e chiederà se montarli direttamente in automatico: acconsentite.
Ora da root si eseguono questi passaggi, digitando nel terminale:

# chroot /mnt/sysimage
# grub2-install /dev/sdX

Inserire al posto della X il disco su cui installare il boot-loader (generalmente è sda).
Si passa ora all'aggiornamento dell'elenco dei sistemi operativi e dei kernel presenti che effettivamente verranno presentati all'avvio del computer, riscrivendo il file di configurazione di Grub2 con il comando seguente, che controlla la presenza o meno di una installazione tramite EFI e provvede ad installare grub2 nel percorso specifico:

# (for f in /boot/{grub2,efi/EFI/fedora}/grub.cfg;do [ -f $f ]&&grub2-mkconfig -o $f;done)

Fatto anche questo si esce da chroot con un semplice

# exit

e si riavvia la macchina, togliendo ovviamente il DVD dal drive.